Naturalia

Risparmiare energia in casa con elettrodomestici ad alta efficienza energetica

Risparmiare energia con elettrodomestici

La disponibilitá di una vasta gamma di diversi prodotti e la varietà dei dispositivi, rendono difficile mantenere una visione d'insieme e confrontarli. Tuttavia la verifica del consumo di energia dei "grandi elettrodomestici" è ormai diventata più facile che mai, grazie all’etichettatura uniforme prescritta dall'Unione Europea per elettrodomestici come forni, frigoriferi, lavastoviglie e lavatrici, in modo tale che chiunque possa confrontare con precisione e valutare rapidamente al momento dell'acquisto, l'efficienza energetica di un dispositivo. I componenti di età avanzata si rivelano spesso essere dei veri “succhia-energia” e, rispetto ai nuovi dispositivi, hanno solitamente un consumo molto più elevato. Strumenti di misurazione e contatori possono determinare in modo affidabile il consumo di energia relativo e quindi aiutare a decidere se valga la pena cambiarli.

Gli elettrodomestici da cucina

Una buona cucina è attrezzata con buoni elettrodomestici. Nella scelta dovrebbe anche essere considerato il basso consumo energetico. Le c.d. etichette energetiche sui dispositivi sono standardizzate secondo le norme europee e consentono un'utile panoramica del consumo dei singoli dispositivi.

Forni

Forni

I concessionari offrono alcuni tipologie con funzioni di risparmio energetico, come ad esempio il triplo vetro termoriflettente e isolanti multipli o una luce forno che puó essere spenta durante il funzionamento o ancora un interruttore della porta del forno che interrompe il calore qualora lo sportello venga aperto, riprendendo automaticamente quando questo è chiuso.

Stufe

Nelle moderne cucine vengono solitamente installati fornelli a gas o elettrici, tuttavia, la stufa a legna sta diventando un elemento sempre più popolare. In tal caso deve essere previsto un camino per le emissioni. Per evitare particelle di vapore e grasso durante la cottura, si raccomanda di prevedere una cappa sopra il punto cottura.

Frigoriferi e congelatoriFrigoriferi e congelatori

La classe di efficienza energetica A+ rappresenta il consumo di energia migliore, la classe G invece quello piú inefficiente. Questa classe indica il consumo annuo, la capacità netta del contenitore e la classe di rumore. Frigoriferi prodotti ecologicamente non contengono CFC o HFC né negli schiumogeni per l'isolamento né per il liquido di raffreddamento.

Lavastoviglie

Contrariamente ai pregiudizi comuni, l'utilizzo di acqua delle lavastoviglie è più efficiente di un lavaggio a mano. Le lavastoviglie sono classificate con lo standard europeo per il consumo di energia, pulizia e asciugatura. La classe di efficienza energetica A prevede il consumo della metá dell’energia necessaria ad una classe G per un programma di lavaggio standard. L'etichetta UE fornisce anche informazioni sul consumo per ogni ciclo di lavaggio, il consumo di acqua e del livello di rumore. Tecnologie avanzate prevedono, ad esempio, apparecchiature con sensori che controllano la presenza delle più piccole particelle di sporco nell’acqua e che assicurano che sia ancora pulita alla fine del prelavaggio in modo da essere riutilizzata per il lavaggio vero e proprio. In questo modo si ottengono le migliori prestazioni, risparmiando acqua al contempo.

 

Suggerimento di Edilidee

Cappe da Cucina

Cappe da cucinaDurante la cottura, l'aria interna in cucina dovrebbe essere ricambiata ogni otto - dodici volte all'ora. Per lo smaltimento di grasso e di odori in modo efficace si deve prevedere una cappa da cucina. Funzionalmente, distinguiamo due sistemi:

  • A scarico: il vapore da cucina viene fatto passare attraverso un filtro ed espulso all’esterno.
  • A ricircolo: l’aria viene fatta passare in un filtro a carbone attivo e rispedita pulita in cucina. Questo sistema non è efficace quanto il primo, ma non è necessaria alcuna perforazione nel soffitto o parete esterna; i filtri devono essere sostituiti periodicamente.

Si possono distinguere i seguenti tipi di cappe:

  • cappe ad incasso
  • cappe piatte
  • cappe ad isola
  • cappe a camino
  • cappe a montaggio

Quelle ad isola hanno il vantaggio di una potenza di aspirazione dell’aria fino a 4 volte superiore rispetto a quelle piú piccole. I modelli di alta qualità sono dotati di un display digitale, stop automatico e un sensore che regola la potenza di aspirazione in base alle necessitá, in maniera automatica.

I filtri metallici sono senz’altro i piú utilizzati e possono essere lavati anche nella lavastoviglie. I filtri convenzionali monouso in pile di poliestere, presenti sopratutto nelle unità piccole, devono essere sostituiti dopo un certo tempo, producendo inutili rifiuti ed essendo quindi più costosi a lungo termine.

È piacevole inoltre avere delle cappe silenziose. Le prestazioni dei dispositivi sono espresse in decibel e dovrebbero avere un valore il piú basso possibile. Ulteriore attenzione dovrebbe essere prestata ad avere il circuito separato fra luce e ventilatore.

Nella scelta dei materiali, la tendenza delle moderne cappe va dall’acciaio inox al vetro e alluminio.

 

Edilidee 2012