Finstral

Ventilazione controllataVentilazione controllata

Una volta i sistemi di ventilazione venivano considerati in maniera scettica mentre oggi vengono visti come un guadagno in termini di comfort. Secondo recenti studi, questi sistemi comportano un notevole miglioramento della qualità dell'aria nelle case e, soprattutto per persone che soffrono di allergie, presentano il grande vantaggio di filtrare l'aria interna, privandola dei resti di polline.
Per lungo tempo si è creduto che sigillare perfettamente un edificio fosse l’ideale per il risparmio energetico e la qualità della vita, mentre oggi sappiamo che un involucro di tal fattura non permette alcun ricambio d'aria e quindi l'umidità non può essere rimossa. Questo può causare danni derivati da umidità e muffe. Aprire semplicemente la finestra durante la stagione fredda, comporta uno spreco di energia termica; in questo caso i sistemi per la ventilazione residenziale, possono essere d'aiuto.

Questi moderni sistemi non sono solo utili per il ricircolo mirato dell’aria, ma possono anche distribuire calore in presenza di aria fresca. In combinazione con dei convettori lamellari, le camere sono riscaldate in modo uniforme - sia a livello del suolo che verso il soffitto e sono inoltre possibili combinazioni con energia solare e geotermica.

Il sistema di ventilazione

La struttura prevede un tubo di plastica di ca. 20-25 metri di lunghezza, collocato a ca. 1,5 - 2 metri di profondità nel terreno. A questa profondità, l'aria è piú calda dell’esterno, anche in inverno a temperature sottozero e piacevolmente fresca d’estate. Se questo non fosse possibile per ragioni strutturali, in alternativa si potrebbe utilizzare una presa d’aria esterna su parete o meglio ancora sul tetto. Il cuore dell’impianto è un dispositivo centrale meccanico che estrae l'aria “viziata” attraverso uno scambiatore di calore privandola del calore ed espellendola all’esterno, utilizzando aria fresca per lo spazio abitativo. Il funzionamento può essere controllato manualmente o tramite controlli automatici delle umidità relative. L'unità centrale può essere installata nel seminterrato, nel sottotetto o in un altro locale dedicato; di regola, presenta le dimensioni di una lavatrice. Il consumo di energia di un buon dispositivo è di 100 watt, praticamente la potenza di una potente lampadina. Il prezzo di un tale sistema è fortemente correlato all’efficienza, che può essere compresa tra il 50 e il 90 percento. Il prezzo varia dai 2.500 ai 6.000 euro.

Sistemi di ventilazione distribuiti a recupero di calore

Ventilazione controllataQueste unità autonome di ventilazione vengono installate nella parete esterna della camera, evitando quindi dispendiosi tubazioni idrauliche; in questa maniera si evitano complesse pianificazioni iniziali, vincoli strutturali imposti ed eventuali scrupoli igienici causati dall'inquinamento ambientale.

La mancanza di collegamento con le stanze, consente di impostare temperature ben definite nelle singole camere, eventuali odori rimarranno locali e saranno ivi smaltiti. Queste unitá sono anche facilmente adattabili successivamente, consentendo un uso individuale del funzionamento del dispositivo e fornendo quindi un maggior risparmio energetico. Esse dispongono, a seconda del modello scelto, di semplici mandate per l'aria o di controlli per temperatura, umidità o programmi timer.

Il consumo di energia di una tale unità in funzionamento continuo è di ca. 3 W, che corrisponde al consumo di energia di un televisore in stand-by, per arrivare fino a ca. 35 W a regime di funzionamento massimo. Il prezzo di queste unitá varia a seconda delle caratteristiche e delle condizioni di installazione (superficie / incasso) dai 900 ai 1.500 euro. Il numero di unità dipende dalle esigenze del cliente, e solitamente viene installato un dispositivo nelle stanze più utilizzate, come salotti e camere da letto.

 

Suggerimento di Edilidee

Vantaggi di un sistema di ventilazione:

Garantisce condizioni igieniche ottimali dell’aria di casa grazie alla rimozione di inquinanti, umidità e CO2 (anidride carbonica).

L'aria di ricambio è più pulita, perché la polvere stradale, ma anche pollini (allergie) sono trattenuti dal filtro.

Meno rumore a finestre chiuse, consentendo comunque la ventilazione della stanza in serate calde.

Minor consumo di energia grazie allo scambiatore di calore, che recupera il calore contenuto nell'aria di scarico.

In estate può essere utilizzato per raffreddare l'aria senza problemi di insetti, odori o correnti d’aria.

 

Edilidee 2012